Baie de Saint Augustin, plage, paysage

La baia di Saint Augustin

La baia di Saint Augustin é un sito incredibile traversata dall’ V.Onihaly, che é il fiume più grandioso del Madagascar. Al XVII° e al XVIII° secolo, la baia ospita dei navigatori portoghesi e olandesi oltre che dei pirati.

Un luogo historico

La baia di Saint Augustin

A 37 km da Tular, la baia di Saint Augustin beneficia di una posizione geostrategica fuori dal comune allo sfocio del fiume Onilahy. Questa situazione é sempre piacuta agli appassionati del mare. La regione, grazie ai suoi vantaggi geostrategici, fu la cornice del baratto tra commercianti di spezie e negrieri. Da tutta l’Europa, i pirati ne fecero la loro zona di sbarco sulla costa ovest.
Saint Augustin é al giorno d’oggi un villaggio di pescatori Vezo la cui calma non é turbata che dai subbacquei e gli adepti della caccia sottomarina.

Lo sapevate?

La baia, un luogo storico

Al XII° secolo, la baia facefa punto di scalo per le navi di commercio europee durante le crociate sulla rotta delle Indie. Lo scrittore Daniel Defoe cita anche il sito di Saint Augustin nella sua opera “The King of pirates” nel quale l’eroe, il pirata Avery fece scalo nella baia.

Dove si trova La baia di Saint Augustin ?